Escursioni

Immerso nella natura delle Alpi, il comune di Chiuro si estende su un territorio montuoso ricco di sentieri ed escursioni.
Chiuro si colloca infatti nel bacino della Val Fontana, che si apre a nord del paese e che confina con la Val Malenco e la Val Poschiavo: pur non godendo della stessa fama delle illustri vicine, la valle offre al visitatore percorsi interessanti e meno battuti. I sentieri, pur non numerosi, sono ben conservati: dal Sentiero del Sole che la attraversa de est a ovest si dipartono numerosi percorsi escursionistici che portano a posti affascinanti quali la Valle dei Laghi (m 2480), il Dosso delle Saline (m 2480), la Capanna Cederna Maffina (m 2583), il Monte Combolo (m 2902), fino alla sommità del Pizzo Scalino (m. 3323).

VALLE DEI LAGHI (m 2480)

valledeilaghi

Un'escursione agevole e allo stesso tempo di grande interesse naturalistico è quella della Valle dei Laghi, che prende il nome dai piccoli laghi di origine glaciale di cui è costellata.
La Valle si diparte a Est dalla Val Fontana, allargandosi da Ovest a Est, offrendo un percorso che prende il via dall'alpeggio Pian dei Cavalli, tuttora frequentato dai pastori di Chiuro e Ponte, e si dipana dal passo dell'Arasé (m 2602) al Lac Gelt (Lago Gelato, m 2480), più grande dei laghi a raggiera che si incontrano a più bassa quota e ricoperto di ghiaccio per buona parte dell'anno. In questa località si possono vedere camosci, marmotte e pernici bianche.
valledeilaghi

DOSSO DELLE SALINE (m 2480)

saline

Al termine della Val Fontana, dall'alpe Campiascio (m 1680) proseguendo verso Est si raggiunge il Dosso delle Saline (m 2600). L'escursione si svolge sulla testata della Val Fontana, da dove si gode di una magnifica vista sulle Orobie, lungo una mulattiera militare, testimonianza della Prima Guerra Mondiale sui valichi al confine con la Svizzera, paese neutrale che però poteva trasformarsi in una via d'accesso alla Valtellina per gli austriaci. Dal passo si domina la media valle di Poschiavo fino al Passo Bernina e, guardando a nord-est, si possono scorgere le cime della Val Viola, la cima Piazzi e il gruppo dell'Ortles-Cevedale.
saline

CAPANNA CEDERNA MAFFINA (m 2583)

rifugio

Prendendo il sentiero che attraversa la Val Forame, l'estrema propaggine a nord-ovest della Val Fontana, ci si inerpica tra i pascoli, lariceti e una distesa di rododendri. Dall'ampio piano dell'Alpe Forame si possono vedere il Pizzo Painale e il Passo Forame, il Passo del "Ciatüsc", la Cima Forame e la Cima di Aiada. Il percorso alterna tratti pianeggianti a erti pendii fino alla Capanna Cederna Maffina, edificata con i fondi di Giuseppe Cederna già nel 1903 e che è stata recentemente ricostruita dai giovani di Castionetto e di Ponte. rifugio

MONTE COMBOLO (m 2902)

combolo

Il monte Combolo segna il punto di confine tra l'Italia e la Svizzera, dividendo la Val Fontana dalla Val Saiento. Il percorso escursionistico non è particolarmente difficile: partendo dal Pian dei Cavalli si percorre la mulattiera che, passando dal Baitello di Melgina Bassa, attraversa pascoli, boschi e sassaie, offrendo una vista grandiosa del massiccio roccioso del Monte Combolo, ambiente particolarmente gradito ai camosci d'estate. combolo

PIZZO SCALINO (m 3323)

scalino

L'ascesa alla bella piramide rocciosa del Pizzo Scalino è forse la più impegnativa della Val Fontana e presenta alcune difficoltà nell'ultimo tratto, dove è consigliata la presenza di un esperto e l'uso di una corda. Il resto del percorso è invece accessibile a tutti: partendo dalle baite di Selva, si raggiunge l'Alpe Baselum e si imbocca il sentiero che, seguendo il torrente, si inerpica sul Dosso dei Ciò (Dosso dei Chiodi). Raggiunto il crinale che sovrasta l'Alpe Mortirolo, si raggiunge l'attacco alla vetta: uno stretto colatoio che porta alla cima dove, inaspettatamente, si trova un ampio pianoro.

Mettiamoci la faccia

mettiamoci la faccia

Servizio linea amica

lineaamica

Download Free Designs http://bigtheme.net/ Free Websites Templates